Skip to main content
contrasto teatro - locandina Nommidire

NOMMIDIRE

Regia di Paolo Carenzo
Di e con: Anna Canale, Elena Cascino, Alice Piano

Due attrici in scena, il bancone di un bar per scenografia, un intercalare da pettegolezzo come titolo. Se tre indizi fanno una prova potremmo supporre di trovarci nel bel mezzo di una serata al femminile, tra spuntini di mezzanotte, oroscopi e provocazioni.
Per smentire questa massima è necessario attendere l’ingresso del terzo personaggio che, fin da subito, mostra un atteggiamento insolito e apparentemente indecifrabile, alle volte assente, altre eccessivo e fuori luogo. Irriconoscibile anche agli occhi delle amiche, le confonde, gioca con loro fino a scontrarcisi, le ascolta e le ignora al contempo, per trascinarle involontariamente in un dramma rivelato attraverso una confessione che ha ben poco delle commedie al femminile: un incidente stradale, un mancato soccorso.
E poi? E poi sono qui.
Tre personalità diverse costrette nella stessa coscienza e messe di fronte ad un bivio: l’assunzione di responsabilità o la fuga e l'omissione.

contrasto teatro - locandina Nommidire

NOMMIDIRE

Regia di Paolo Carenzo
Di e con: Anna Canale, Elena Cascino, Alice Piano

Due attrici in scena, il bancone di un bar per scenografia, un intercalare da pettegolezzo come titolo. Se tre indizi fanno una prova potremmo supporre di trovarci nel bel mezzo di una serata al femminile, tra spuntini di mezzanotte, oroscopi e provocazioni.
Per smentire questa massima è necessario attendere l’ingresso del terzo personaggio che, fin da subito, mostra un atteggiamento insolito e apparentemente indecifrabile, alle volte assente, altre eccessivo e fuori luogo. Irriconoscibile anche agli occhi delle amiche, le confonde, gioca con loro fino a scontrarcisi, le ascolta e le ignora al contempo, per trascinarle involontariamente in un dramma rivelato attraverso una confessione che ha ben poco delle commedie al femminile: un incidente stradale, un mancato soccorso.
E poi? E poi sono qui.
Tre personalità diverse costrette nella stessa coscienza e messe di fronte ad un bivio: l’assunzione di responsabilità o la fuga e l'omissione.